Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Home Editoriali Salvatore Borsellino: 'Su Scarantino la sentenza Borsellino Quater si avvicina alla Giustizia'
Salvatore Borsellino: 'Su Scarantino la sentenza Borsellino Quater si avvicina alla Giustizia' PDF Stampa E-mail
Editoriali - Editoriali
Scritto da Salvatore Borsellino   
Venerdì 21 Aprile 2017 18:45
di Salvatore Borsellino - 21 aprile 2017

Quando la Corte d’assise di Caltanissetta accettò l’ingiunzione di Giorgio Napolitano a non essere chiamato a testimoniare, come aveva richiesto la mia parte civile, avevo deciso di ritirare la mia costituzione di parte civile e di non partecipare più ad un processo dal quale, sebbene ritenevo e ritengo che il presidente Antonio Balsamo avesse obbedito all’imposizione ‘obtorto collo’, si erano quasi annullate le mie aspettative di ottenere verità e giustizia.
Rinunziai a questo passo definitivo su esortazione del mio avvocato Fabio Repici, anche se da allora decisi di non partecipare più alle udienze, e oggi, dopo la sentenza emessa ieri dalla Corte, sono contento di averlo fatto.
La sentenza non porta molti elementi nuovi sulla strada della verità sulla strage di Via D’Amelio, a parte quelli derivanti dalla collaborazione di Gaspare Spatuzza che ha portato alla condanna all’ergastolo di Salvo Madonia e Vittorio Tutino. Ma il fatto che alla strage abbia materialmente partecipato una famiglia mafiosa piuttosto che un’altra ha poca importanza in una strage nella quale la vera matrice è quella dello stato deviato e che pertanto si può definire una strage di Stato piuttosto che una strage di mafia.
Nessuna luce invece su quegli elementi che, appunto, caratterizzano questa come tutte le altre stragi di Stato avvenute nel nostro paese, il depistaggio e la sparizione di documenti, in questo caso la sparizione dell’Agenda Rossa di Paolo Borsellino, e per questo la Corte rimanda giustamente le carte del dibattimento alla Procura sanzionando in questo senso l’incompletezza delle indagini svolte e il mancato approfondimento degli elementi emersi durante il dibattimento, come le incredibili discordanze emerse dalle dichiarazioni dei testimoni, o delle parte attive, che a qualche titolo hanno assistito o concorso al prelievo della borsa di Paolo Borsellino dalla sua macchina blindata e quindi alla sparizione dell’agenda. Per chiarire queste incredibili discordanze sarebbe stato indispensabile un confronto in fase dibattimentale tra gli stessi testimoni che invece l’ufficio dei PM non ha richiesto e che quindi non c’è stato. La parte della sentenza che però più si avvicina alla strada della Giustizia è quella che riguarda la mancata condanna di Vincenzo Scarantino come era stato pervicacemente perseguito dall’ufficio del Pubblico Ministero tanto da arrivare a polemizzare apertamente con la mia parte civile, come credo raramente accada in un processo penale. Come da noi sostenuto è stato stabilito dalla Corte che Vincenzo Scarantino è, piuttosto che un colpevole, una vittima dello Stato deviato perché indotto a commettere il reato di calunnia dagli apparati di Polizia che gli imponevano, sottoponendolo a vere e proprie torture fisiche e psicologiche, il copione da recitare. Piuttosto, se sulla strada della Giustizia si vorrà veramente procedere, bisognerà arrivare a chi ha scritto questo copione e a chi conosceva già in anticipo quegli elementi, emersi poi soltanto dalle rivelazioni di Spatuzza ma che erano stati de tempo messi sulla bocca di Scarantino. Li poteva conoscere solo chi ha partecipato alla preparazione della strage che quindi non può non coincidere con chi ha diretto il depistaggio, quegli apparati a cui doveva appartenere quella persona, ancora ignota ma non apparente a nessuna delle famiglie mafiose, che in un garage di Palermo sovrintendeva all’imbottitura della Fiat 126 usata nell’attentato, con quel tipo di esplosivo, il Semtex che ha sempre firmato questo tipo di stragi.

Salvatore Borsellino




Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Uk Dianabolpayday loans online. Therefore, we can say that the active substances in its composition are more perfectly mixed. Vardenafil is not only present in the original Levitra, but also as part of its analogs.