Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925









 




In Primo Piano

Strage Borsellino, quattro condannati
di TeleFuturaNissa Caltanissetta - 21 aprile 2017
Strage via D'Amelio, ergastolo per due boss. Condannati a 10 anni i falsi pentiti. I giudici di Caltanissetta: calunnia prescritta per Scarantino, fu costretto a mentire contro i sette innocenti.

 

Ordina un DVD o un'Agenda Rossa



Appuntamenti

22

Apr

2017

Borsellino Quater, la sentenza certifica il depistaggio da apparati dello Stato PDF Stampa E-mail
Scritto da Federica Fabbretti   

di Federica Fabbretti - 22 aprile 2017

I lettori de Il Fatto Quotidiano avranno saputo che giovedì sera, nell’aula D del Palazzo di Giustizia di Caltanissetta, è stata emessa una sentenza storica per la giustizia italiana. Ma ne sono venuti a conoscenza solo gli affezionati a questo giornale, poiché sugli altri quotidiani nazionali cartacei è calata l’ombra dell’oblio dell’informazione. La sentenza del processo sulla strage di Via D’Amelio non c’è mai stata.

E sulle versioni online dei quotidiani nazionali è avvenuto un fatto buffo: la notizia “incredibile” è stata l’intervenuta prescrizione nei confronti di Vincenzo Scarantino, invece che le motivazioni per cui si è arrivati ad essa. Come se lo scandalo fosse il proscioglimento del falso pentito e non la certificazione del depistaggio ideato e costruito da apparati dello Stato. D’altronde, la prima domanda che i pochi giornalisti presenti hanno rivolto al procuratore capo Amedeo Bertone dopo la fine della lettura della sentenza è stata: “Quindi la Corte ha confermato completamente la linea della Procura?”. Linea talmente confermata che un avvocato di parte civile, a caldo, ha commentato così: “Questa è la sconfitta della Procura di Caltanissetta”.
 

Leggi tutto...
 

22

Apr

2017

Borsellino: ergastolo a due boss, condannati falsi pentiti PDF Stampa E-mail
Scritto da Mercede Riveria   
Borsellino: ergastolo a due boss, condannati falsi pentiti di Mercede Riveria - 21 aprile 2017

Sono stati invece condannati a 10 anni i 'falsi pentiti' accusati di calunnia Francesco Andriotta e Calogero Pulci. Per Vincenzo Scarantino i giudici nisseni hanno dichiarato estinto per prescrizione il reato di calunnia. In parole povere Scarantino ha effettuato la calunnia perché determinato a commettere il reato dagli apparati di Polizia. Ai familiari delle parti civili costituite - congiunti di Paolo Borsellino e degli uomini della scorta uccisi in via d'Amelio il 19 luglio 1992 - sono state liquidate provvisionali immediatamente esecutive comprese tra i 100mila e i 500mila euro ciascuno. Per Salvo Madonia e Vittorio Tutino, è stato chiesto l'ergastolo. I falsi pentiti sarebbero autori del depistaggio che ha portato alla condanna di sette innocenti per i quali, dopo il passaggio in giudicato dell'ultimo verdetto, verrà avviato il processo di revisione. La Corte però ha riconosciuto le attenuanti.
Leggi tutto...
 

21

Apr

2017

Salvatore Borsellino: 'Su Scarantino la sentenza Borsellino Quater si avvicina alla Giustizia' PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Borsellino   
di Salvatore Borsellino - 21 aprile 2017

Quando la Corte d’assise di Caltanissetta accettò l’ingiunzione di Giorgio Napolitano a non essere chiamato a testimoniare, come aveva richiesto la mia parte civile, avevo deciso di ritirare la mia costituzione di parte civile e di non partecipare più ad un processo dal quale, sebbene ritenevo e ritengo che il presidente Antonio Balsamo avesse obbedito all’imposizione ‘obtorto collo’, si erano quasi annullate le mie aspettative di ottenere verità e giustizia.
Rinunziai a questo passo definitivo su esortazione del mio avvocato Fabio Repici, anche se da allora decisi di non partecipare più alle udienze, e oggi, dopo la sentenza emessa ieri dalla Corte, sono contento di averlo fatto.
La sentenza non porta molti elementi nuovi sulla strada della verità sulla strage di Via D’Amelio, a parte quelli derivanti dalla collaborazione di Gaspare Spatuzza che ha portato alla condanna all’ergastolo di Salvo Madonia e Vittorio Tutino. Ma il fatto che alla strage abbia materialmente partecipato una famiglia mafiosa piuttosto che un’altra ha poca importanza in una strage nella quale la vera matrice è quella dello stato deviato e che pertanto si può definire una strage di Stato piuttosto che una strage di mafia.
Leggi tutto...
 

22

Apr

2017

'Il depistaggio su via D’Amelio poteva farlo solo la polizia' PDF Stampa E-mail
Scritto da Sandra Rizza   

di Sandra Rizza - 22 aprile 2017

Salvatore Borsellino, la Corte d’assise di Caltanissetta ha stabilito per la prima volta che Vincenzo Scarantino fu “indotto” a mentire, rilanciando la pista del depistaggio istituzionale. È soddisfatto della sentenza del processo quater?


Sì, sono soddisfatto. Da questo processo mi aspettavo chiarezza su due punti fondamentali: la matrice istituzionale del depistaggio e la sparizione dell’agenda rossa. Sull’agenda rossa, purtroppo, la verità appare ancora lontana. Ma sulle responsabilità istituzionali che per 25 anni hanno deviato le indagini su via D’Amelio è stato fatto un grosso passo avanti. Oggi è chiaro che qualcuno ha manipolato il teste fasullo al centro della prima indagine. E questo qualcuno non può che essere la Polizia di Stato.
 

Leggi tutto...
 

21

Apr

2017

Borsellino quater: ergastolo per i boss. Scarantino 'indotto' a commettere il reato PDF Stampa E-mail
Scritto da Aaron Pettinari e Francesca Mondin   
di Aaron Pettinari e Francesca Mondin - 21 aprile 2017

Dopo undici ore di camera di consiglio la corte d'assise di Caltanissetta, presieduta da Antonio Balsamo, ha condannato all'ergastolo i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino, imputati della strage in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino ed i cinque uomini della scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.
Condannati a 10 anni i "falsi pentiti" Francesco Andriotta e Calogero Pulci, accusati di calunnia. E’ stato dichiarato “non doversi procedere per pervenuta prescrizione in ordine al reato di calunnia pluriaggravata” nei confronti di Vincenzo Scarantino. A quest’ultimo è stata concessa la circostanza attenuante dell’art.114 terzo comma. In parole povere Scarantino ha effettuato la calunnia perché "determinato a commettere il reato" dagli apparati di Polizia, è stato indotto.
Inoltre la Corte ha disposto la trasmissione ai pm dei verbali d’udienza dibattimentale “per eventuali determinazioni di sua competenza”.
Ai familiari delle parti civili costituite – congiunti di Paolo Borsellino e degli uomini della scorta uccisi in via d’Amelio il 19 luglio 1992 – sono state liquidate provvisionali immediatamente esecutive comprese tra i 100mila e i 500mila euro ciascuno.

Leggi tutto...
 

21

Apr

2017

Processo Borsellino quater, Repici: 'Restituita dignità alla giustizia' PDF Stampa E-mail
Scritto da Enrico Di Giacomo   
di Enrico Di Giacomo - 20 aprile 2017

“Con la sentenza di oggi la Corte di Assise di Caltanissetta restituisce dignità alla giustizia e punta a chiare lettere il dito contro i depistatori di Stato, finora lasciati impuniti dalla Procura della Repubblica”. Così commenta stasera – con l’Adnkronos – l’avvocato Fabio Repici, legale di parte civile di Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo assassinato nella strage di via D’Amelio che risale a 25 anni fa.

“Il proscioglimento di Scarantino certifica come siano stati organi istituzionali a ideare le calunnie e il falso di Stato costruito su via D’Amelio in questi 25 anni – prosegue il legale – Ora tocca ai pubblici ministeri, seguire le indicazioni della Corte, finalmente sottoponendo a processo i funzionari di polizia che hanno determinato Scarantino alle falsità con cui sono stati montati due processi truffa”.
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 1020
Dbol BuyPayday Loans In New Jersey. Therefore, we can say that the active substances in its composition are more perfectly mixed. Vardenafil is not only present in the original Order Levitra, but also as part of its analogs.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita

Ultimi Commenti

Pagina Facebook

Da AntimafiaDuemila